sabato 7 gennaio 2012

TARALLI AL FINOCCHIO




A grande richiesta (Ciao Milena, come promesso!) e per tutti gli amanti dello spezzafame salato, posto la tradizionale ricetta dei taralli pugliesi al finocchio. Essa può essere opportunamente modificata per ottenere taralli al parmigiano(aggiungendo in un chilo di farina 150 gr di parmigiano grattugiato); oppure alla cipolla (aggiungendo all’impasto una grossa cipolla bionda tritata cruda) o ancora alla pancetta e cipolla ( aggiungendo 150 gr di pancetta ed una bella cipolla tritata).

Ingredienti
250 gr. olio evo
1 Kg. farina 00
300 gr. vino bianco
circa 18-20 gr sale fino
semi di finocchio a piacere
Preparazione
Formare un impasto omogeneo, mescolando prima gli ingredienti liquidi con il sale ed il finocchio, in ultimo unire la farina. Io uso il bimby, ma va benissimo qualsiasi robot da cucina con funzione impastatrice. Sulla spianatoia formare i taralli della grandezza preferita, chiuderli utilizzzando ad esempio una vecchia chiave, oppure altro attrezzo similare. Nel frattempo mettere a bollire l’acqua. Quando l’acqua bolle buttarvi i taralli una decina alla volta. Stendere sul tavolo un panno da cucina sul quale appoggerete i taralli una volta venuti a galla e scolati. Attendere che si raffreddino, poi  metterli sulle griglie del forno rivestite con carta da forno, quando il forno è caldo. Cuocerli per circa 20-25′ a 200°.
Nota: Si possono fare anche senza prima bollirli. Vengono comunque buonissimi, cambia unicamente la consistenza.

Con questa ricetta partecipo al seguente Contest


2 commenti:

  1. oh, ma che belli, grazie!!!!

    RispondiElimina
  2. Prego...e buona fortuna per questo splendido contest!

    RispondiElimina

Chiunque si trovi a passare di qui è il benvenuto, ma se vorrà lasciare anche solo un breve commento, mi renderà felice.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...