venerdì 18 gennaio 2013

SCORZE DI ARANCIA CANDITA




Procuratevi delle arance “NATURALI”. Non usare le arance trattate, nemmeno dopo averle accuratamente lavate. Il difenile (E230) usato per conservarle è sicuramente tossico e, probabilmente anche cancerogeno. Purtroppo penetra anche all'interno.


Lavare le arance, sbucciarle in modo da ricavarne delle scorze il più larghe possibile senza romperle. Potete lasciare il bianco, non c'è bisogno di levarlo.
Mettere le scorze in un tegame e coprirle di acqua fredda. Portarle a bollore e poi scolarle. Ripetere questo passo tre volte. L'ultima volta lasciarle bollire almeno 10'. Questo per ridurre l'amarognolo delle scorze. Scolarle ed asciugarle bene, poi pesarle.
Mettere in un tegame zucchero semolato pari al peso delle scorze, con una ventina di grammi di acqua per ogni etto di zucchero.
Portare ad ebollizione lo sciroppo di zucchero e versarvi le scorze, rigirandole finchè non ci sarà più zucchero liquido nel tegame.
Nel frattempo versare dello zucchero semolato in un piatto.
Passare le scorze nel piatto dello zucchero, dividendole e rigirandole per bene, poi adagiarle su di una carta da forno in modo che non si attacchino fra loro. Quando saranno raffreddate si possono mettere in un barattolo chiuso ermeticamente. Farle riposare un paio di settimane affinchè maturino. Si conservano a lungo.

SAPETE PERCHE' LE HO FATTE?? MI SERVIVANO PER UNA RICETTA DI BISCOTTI FANTASTICI CHE POSTERO' A BREVE!!

2 commenti:

  1. seguo il tuo blog con piacere, mi piace davvero tanto!!
    se ti va, passa da me, anche solo per un saluto!!
    http://22yearsofmode.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di ciò, passo presto a trovarti!

      Elimina

Chiunque si trovi a passare di qui è il benvenuto, ma se vorrà lasciare anche solo un breve commento, mi renderà felice.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...